Personaggi

Stampa
PDF

Delia Scala... prima performer

Scritto da Giulia Sanna

Delia Scala

Quando in Italia il musical si chiamava commedia musicale e le performer si chiamavano soubrette a farla da padrona c’era Odette Bedogni, meglio nota sotto il nome di Delia Scala.

Classe 1929, nata il 25 settembre a Bracciano, Delia Scala deve il suo nome ai suoi trascorsi da ballerina nelle file del Teatro alla Scala presso cui si diploma e prende parte ad alcuni balletti come "La Bella Addormentata nel Bosco" e "La Bottega Fantastica". La sua carriera è ricca di esperienze teatrali cinematografiche e televisive. A soli 18 anni nel 1947 gira il suo primo film “Anni difficili” diretto dal regista Luigi Zampa non tardano ad arrivare altre offerte di film drammatici quali "Napoli milionaria" (1950) di Eduardo De Filippo e "Roma ore 11" (1952) di Giuseppe De Santis, ma Delia dimostra la sua duttilità anche nelle commedie come "Bellezze in bicicletta" (1952) e "Signori si nasce" (1960), accanto a Totò. La sua carriera cinematografica vanta all’attivo più di 40 pellicole,  ma la sua affermazione si ha soprattutto in teatro, con la coppia Garinei & Giovannini.

Costoro la portano alla successo con svariate commedie musicali: la prima delle quali è stata "Giove in doppiopetto" (1954), seguono poi "Buonanotte Bettina" (1956), in coppia con Walter Chiari, "L'adorabile Giulio" (1957), "Un trapezio per Lisistrata" (1958), "Delia Scala Show" (1960), uno show monografico a lei dedicato, "Rinaldo in campo" (1961), al fianco di Domenico Modugno, e "Il giorno della tartaruga" (1965). L'ultimo spettacolo a cui la Scala prende parte è un musical di fama internazionale, "My Fair Lady", tratto dalla commedia di Shaw Pigmalione. Con questo musical si chiude a soli 36 anni la carriera teatrale e per lei si aprono le porte del piccolo schermo. Arriva la conduzione di un'edizione di "Canzonissima" del 1959 diretta da Antonello Falqui, con Paolo Panelli e Nino Manfredi, nel 1968 è protagonista del programma "Delia Scala story".

Negli anni '70 è la volta di "Signore e signora" in cui Delia Scala fa coppia con Lando Buzzanca, nel 1979  presenta lo show domenicale, "Che Combinazione", al fianco di Don Lurio.
Nel 1982 Delia è la protagonista della fortunata serie televisiva "Casa Cecilia", la serie continuerà nell’anno successivo e nell’87. Dal 1996 al 1998 prende parte con Gerry Scotti alla sit-com di Canale 5 "Io e mamma".
Alla fine degli anni ’90 con la morte del suo compagno Arturo Fremura decide di non tornare sul set della sit-com. Distrutta dal dolore causato dai molteplici lutti che le hanno portato via diversi compagni muore il 15 gennaio 2004, all'età di 74 anni nella sua abitazione livornese.
Regina indiscussa del varietà italiano, Delia Scala con le numerose commedie musicali e la sua carriera televisiva diviene così il modello di artista completo che ora viene definito Triple Threat Performer, attore in grado di esprimersi con le tre arti sceniche a teatro, sul set cinematografico o quello televisivo, smarcando la figura della soubrette considerata solamente fino a quel momento una semplice ballerina o intrattenitrice. A lei faranno riferimento Raffaella Carrà e la stessa Lorella Cuccarini. La sua verve e le sue conoscenze in campo coreutico la renderanno tutt’ora un modello difficile da eguagliare.

 

Share