Stampa

Hugh Jackman

Scritto da Jacopo Siccardi

Hugh Jackman

In molti lo conoscono per aver interpretato Wolverine nella saga di X-men, ma in pochi sanno che l’attore australiano Hugh Jackman ha dietro di sé una grande esperienza come attore teatrale.

Nato a Sidney il 12 ottobre 1968 e cresciuto con il padre e i fratelli dopo il divorzio dei genitori Jackman si è laurea in giornalismo alla “University of Tecnology”, ma cambia subito strada, iscrivendosi alla “Western Australian Academy of Performin Arts” scuola d’arte drammatica australiana. Terminata la scuola Jackman prende la più importante  decisione della sua vita, gettando il cuore oltre l’ostacolo. Si era sempre interessato alla recitazione e al teatro, ma non aveva mai pensato ad essi come ad un lavoro, finalmente trova nel suo animo il coraggio per dire a se stesso :”Lo posso fare!”.
Chiede ed ottiene un ruolo nella serie televisiva "Corelli" a fianco di Deborra-Lee Furnes, sua futura moglie. Jackman afferma apertamente:”Conoscere mia moglie fu la cosa migliore che venne fuori da quel lavoro” la serie, infatti, chiuse dopo la prima stagione.
Nel 1996 l’attore australiano ottiene il ruolo di Gaston in "The Beauty and The Beast", e successivamente di Joe Gillis in "Sunset Boulevard", mentre i primi ruoli cinematografici risalgono al 1999 con "Eskineville Kings" e "Paperback Hero".
La fama di Jackman comincia ad espandersi al di fuori dell’Australia nel 1998 quando interpreta Curly nel musical "Oklaoma!" al Royal National Theatre di Londra. La performance gli fa ottenere una nomination all’Oliver Award come migliore attore di musical, tanto che interpreterà lo stesso personaggio nella versione cinematografica del 1999 della stessa opera teatrale.
Il successo cinematografico arriva nel 2000 quando viene scelto da Bryan Singer per interpretare il ruolo del tenebroso e inossidabile Wolverine nel film X-men. Per prepararsi al ruolo, solo apparentemente banale, infatti il personaggio in questione è poco espressivo, ma contemporaneamente ricco di emozioni forti e contrastanti che percuotono il suo animo e che devono trasparire solo indirettamente agli occhi dello spettatore, Jackman studia il lavoro di Clint Eastwood in Dirty Harry e di Mel Gibson in Road Warrior. Per quanto riguarda le azioni spettacolari compiute dal supereroe della Marvel l’attore australiano è inamovibile, non accetta la presenza di stuntman, deve essere lui solo a dar vita al suo personaggio, e nessun altro. Per fare questo studia lo stile di combattimento di Mike Tyson, animalesco tanto quanto lo spirito di Wolverine, e spesso sulla scena si ritrova a litigare con i vari coreografi, colpevoli di aver creato scene di lotta troppo “perfette e aggraziate” per un personaggio duro e abituato più alle risse da bar che agli incontri di arti marziali.
Nel 2001 pertecipa al film "Kate & Lopold" interpretando il ruolo di quest’ultimo, un duca dell’ Inghilterra vittoriana teletrasportato accidentalmente nel ventunesimo secolo. Per questo ruolo riceverà una nomination al Golden Globe come migliore attore.
Nello stesso anno lavora al fianco di John Travolta e Halle Berry in "Swordfish".
Ormai lanciato nel mondo cinematografico tra il 2002 e il 2010 Jackman lavora in numerosi film come Van Helsing (2004), The Prestige (2006) a fianco di Christian Bale, Mhicael Caine e Scarlett Johansson, Scoop (2006) con Woody Allen, Australia (2008), con Nicole Kidman, X-Men le origini Wolverine (2009).
Hugh Jackman oltre ad aver stanziato numerosi fondi a diverse organizzazioni umanitarie, come Charity Water, per la quale ha versato 50.000$, è anche testimonial del Global Poverty Project.
Nel corso della sua vita ha praticato numerosi sport come rugby, cricket, salto in alto e baseball.
Non potendo avere figli con la moglie Deborra-Lee ha adottato due bambini, Oscar e Ava.