News dal mondo

Stampa
PDF

Amy Winehouse nel club dei 27

Scritto da Direzione

Amy WinehouseNata il 14 settembre 1983 in un paesino del Middlesex (Gran Bretagna), Amy Winehouse è deceduta il 23 luglio 2011 per cause ancora ignote. É stata trovata morta nel suo appartamento a Londra dalla guardia del corpo. Padre tassista di origini russo-ebraiche e madre infermiera, Amy Winehouse ha legato la sua breve vita ad eccessi che l'hanno portata al centro delle cronache.

 

Da sempre è stata attratta dalla musica: a dieci anni aveva già fondato un gruppo rap amatoriale che prendeva il nome di “Sweet 'n' Sour, as Sour”.
A tredici anni, dopo essere stata espulsa dalla "Sylvia Young Theatre School", le viene regalata la sua prima chitarra.

La carriera di cantante professionista comincia a sedici anni: l'album che le apre le porte verso il mondo dell'arte è “Frank” che esce nel 2003.
Con “Back to Black”, pubblicato nel 2006, raggiunge il successo mondiale. Il brano Rehab, diventa tormentone planetario due anni dopo: negli USA raggiunge la posizione numero 7 e porta la Winehouse alla categoria Artist Choice.
Il 10 febbraio 2008 le vengono assegnati ben 5 Grammy Award: tre per Rehab nelle categorie Record of the Year, Song of the Year e Best Female Pop Vocal Performance; uno nella categoria Best New Artist e uno per l'album Back to Black nella categoria Best Pop Vocal Album. La cantante si aggiudica così tre dei quattro premi più importanti della manifestazione, eguagliando interpreti del calibro di Lauryn Hill, Alicia Keys, Norah Jones e Beyoncè.
Amy aveva in programma un nuovo album, ma per problemi di salute è stata costretta a sospendere il lavoro e ricoverarsi in ospedale.
Purtroppo il terzo album era destinato a non uscire perchè sabato 23 luglio Amy viene ritrovata morta nella sua casa.
Ignote sono ancora le cause della sua scomparsa.
Molti sono i fan che lasciano fiori davanti alla casa della star, e anche i colleghi nell'ambito musicale hanno espresso il loro cordoglio.
Cosa ha spinto questa giovane artista appena ventisettenne a scegliere la via dell'autodistruzione?
Un destino che è parso annunciato da tempo, come se lei desiderasse appunto unirsi al gruppo degli artisti mancati a 27 anni, il cosidetto "club dei 27" composto da Jim Morrison, Janis Joplin, Kurt Cobain...

Official Website

Share