News dal mondo

Stampa
PDF

Wikipedia... essere o non essere?

Scritto da Direzione

Come funziona Wikipedia, l'enciclopedia libera... Libera da cosa? Libera per chi? Un prontuario per evitare attese spropositate e disillusioni nei confronti di un servizio che non è, di un sito che non è, di qualcosa che non è...

Dopo una serie di dialoghi intercorsi, cosa non semplice se non si ha dimestichezza con il "codice Wiki", abbiamo rinunciato a cercare la verità: non potendo parlare a viso aperto, con il vecchio metodo socratico, il dialogo, ma solo con utenti che usano nickname. Poi, solo dopo, ci siamo accorti di non essere isolati, mal comune mezzo gaudio.

La questione

Per chi non lo sapesse Wikipedia accetta dati e voci solo se sono confermate da terzi, per dirla breve!
A parte che se voi cercate "che cos'è" Wikipedia trovate una serie di "cosa non è"...
É un modo curioso di comunicare che ti causerà tante nasate: per quelli che fanno volontariato lì pare che sia tutto chiaro.
Ti rispondono "vedi qui" e "guarda qui", sparandoti link interni come una slot machine impazzita e tu finisci per trovarti davanti a due limoni e 1 arancia, oppure 1 limone e due arance...
Ma, noi dopo aver letto e riletto, non siamo riusciti ad ottenere spiegazione, e vi spieghiamo perché.

Primi passi

Conosci il sito, lo frequenti per trovare notizie... e chi si occupa di arte e cultura, come noi, lo fa spesso e volentieri.
Ti fai un'idea (che poi verrai a scoprire non è quella corretta!).
Decidi di iscriverti perché pensi di aver un contributo da dare.
Cerchi di capire come fare: interfaccia grafico, aree, termini strani... insomma ti occupano un po' di tempo e attenzione.
Leggi le regole fondamentali, i cinque pilastri.
Bene. Ti trovi allineato e d'accordo, almeno credi, (ingenuo!).
Guardi delle voci simili per capire come si impostano.
Giunge il fatidico momento in cui inseririsci la tua voce.
Poche ore dopo ti trovi una comunicazione...

Cancellazione

Questa mano che vedete a fianco inserita in un rettangolo arancione con un testo che dice:

"Gentile Utente, per favore non inserire informazioni promozionali o non enciclopediche su Wikipedia.
Per conoscere il significato del termine promozionale su Wikipedia, vedi: pagine promozionali o celebrative.
Per conoscere i criteri minimi di enciclopedicità vedi: enciclopedicità.Wikipedia non è un mezzo promozionale, né una raccolta indiscriminata di voci e informazioni.
Il suo utilizzo per promuovere persone, aziende, servizi, associazioni o altro, anche se in buona fede, non è accettabile, e può essere considerato un vandalismo.
Comportamenti reiterati possono perciò comportare il blocco dell'utenza senza ulteriori avvertimenti.
Per saperne di più, vedi anche Cosa non mettere su Wikipedia.
Se ritieni che una voce, in tutto o in parte, sia stata erroneamente cancellata (in quanto valutata promozionale), per favore non reinserirla immediatamente ma scrivi all'amministratore che l'ha cancellata spiegando le tue motivazioni. Grazie."

Chi l'avrà pensato nel contenuto e nella grafica questo messaggio?
Un uomo, di sicuro (e più avanti spiegheremo).
Mettetevi nei panni di una persona che si sente accusata "di inserire informazioni promozionali", di fare pubblicità come un venditore di tappeti.
Accusare noi di questo è come sparare sulla Croce Rossa.

Tentativo di rispondere

Rispondiamo:
"Gentile -Utente-, le opere che ho recensito sono pubblicate come tanti testi e opere teatrali di autori precedenti. Dobbiamo aspettare la morte degli autori per recensirle? Non sono opere vendute. Sono omaggiate a tutte le scuole italiane e a tutti coloro che lo chiedono, quindi non c'è neppure commercio. Quella che lei mi ha cancellato è stata rappresentata da oltre 180 scuole, circa 5.000/6.000 ragazzi sono stati coinvolti e hanno avuto 20/30.000 spettatori su tutto il territorio nazionale. Che cosa serve ancora?"

Replica

Otteniamo questa replica dall'-Utente- infastidito:
"Un buon respiro prima di scrivere su WP non sarebbe male...",
e seguono una serie di spiegazioni chiare e distinte (vai a leggere questo e quello, link di qua e di là...) che vogliono dire: "Ignorante, l'argomento è chiuso qui".
Ricevuto, forte e chiaro.
Noi ci aspettavamo per esempio: "Potete dimostrare quello che affermate citando una fonte?"
Ma il protocollo Wikipedia non lo prevede.

Ulteriore tentativo

La netta impressione di trovarsi di fronte ad una censura ottusa o forse partigiana.
Prendono via una serie di comunicazioni con altri utenti meno indisponenti.
Facciamo un altro tentativo meno invasivo inserendo delle voci all'interno di voci pre-esistenti.
Nel contempo cominciamo a pensare che ci stiamo interfacciando con soggetti che esprimono il loro stare al mondo da un unico punto di vista: insomma uomini, intellettualmente rozzi proprio come dei maschi che grazie all'anonimato possono abbandonare le mezze misure ed essere se stessi.

Risposta definitiva

Poche ore e viene metodicamente cancellato:
"Per le opere e gli spettacoli teatrali è ok tutto ciò che è riferibile all'ambito professionistico, a patto che abbia avuto qualche riscontro, cioè che siano presenti fonti autorevoli (riviste specialistiche dello spettacolo, libri, quotidiani nazionali) che la citino. Quindi rimangono escluse opere o produzioni scolastiche o amatoriali, le autoproduzioni, etc. Niente fonti autorevoli, niente inserimento. Anche con le migliori intenzioni, diventerebbe un inserimento promozionale (ovvero darebbe visibilità a qualcosa che non ne ha). Non importa se sia una iniziativa gratuita o a pagamento: non diamo vetrine neppure alle opere di carità, se non hanno rilevanza propria per altri motivi. Se capisco bene, ciò di cui parli è un audiovisivo (o forse una ripresa teatrale?) autoprodotto e distribuito gratis. Ottima cosa, ma non sembra essere una informazione adatta ad una enciclopedia. Se vuoi diffondere la cosa, pensa piuttosto a luoghi come myspace o simili, dove è possibile avere ospitalità in questo senso. Wikipedia è la raccolta del sapere consolidato, non è il luogo adatto per iniziative nuove o poco conosciute.

P.S.: leggo adesso altre discussioni, dove descrivi meglio la cosa: in pratica sono opere scritte appositamente per una scuola di recitazione, che le fa interpretare ai suoi allievi e, dopo averle filmate, le distribuisce gratis. Quindi ti confermo quanto sopra: bella iniziativa in sé, però no, assolutamente niente inserimenti qui e tantomeno una voce.

Sono proprio uomini. Commilitoni.
Chi conosce le produzioni di Accademia dello Spettacolo si rende conto che questo utente non ha inquadrato la cosa.
A parte che si può discutere a lungo sul termine "amatoriale" o "produzioni scolastiche": il non rientrare nei circuiti commerciali non significa automaticamente scarsa professionalità.
Ma qui è tempo perso perché se la discussione non rispetta il codice interno si gira a vuoto "link by link".
Siamo tra i "soldati dell'enciclopedia".

Sentenze drastiche

Quello che ci ha sorpresi in alcuni utenti (non tutti, sia chiaro!) è l'atteggiamento secco e sicuro che non offre spazio alla reciproca comprensione: questi "utenti avanzati di grado" non hanno esistazioni e fanno diagnosi con rapidità sorprendente.
Celati dietro all'anonimato, poi, ostentano una sicumera impressionante con espressioni come "niente inserimenti qui e tantomeno una voce" che sembra aver a che fare con una sbrigativa e rozza direttrice della scuola materna.
Emettono sentenze come Santi Licheri a Forum.
Il dubbio, condiviso con molti altri (vedi note a pé pagina!), è che si tratti probabilmente di persone frustrate: trovano appagamento particolare a sentirsi come Adamo nel giorno della creazione, mentre assegnava il nome alle cose: tu "pecora", tu "foglia", tu "sole", tu... tu no, via, cancellato.
E siccome riescono a stare sul web quasi tutto il giorno, o sono pensionati oppure lavorarano in un ente pubblico... in questo ultimo caso è comprensibile la loro frustrazione.

Citare le fonti

Noi non abbiamo avuto modo di fornire le nostre fonti.
Il nostri inserimenti di poche righe sono durati 6 ore, forse meno.

Wikipedia, ovviamente, ben si guarda da esporre un elenco delle fonti autorevoli.
Tutto è chiaro, tutto è preciso, tutto è catalogato... ma le fonti autorevoli, no.
Potrebbe, anzi, dovrebbe essere il primo serio lavoro: censire tutte le fonti autorevoli, non vi pare?
Noi non siamo riusciti neppure a presentare una fonte: non ne hanno dato il tempo.
Avevamo nel nostro archivio alcuni articoli in pdf: discussione chiusa come se fosse scontato che non potevamo produrre niente di significativo.
Stop. Tempo scaduto.
La questione delle fonti non è così secondaria: su questo si basa la credibilità di Wikipedia.
Se provate a leggere nell'aiuto "cita le fonti", sfidiamo chiunque ad avere chiaro quali fonti siano giudicate da Wikipedia autorevoli.
Nel campo dello spettacolo esistono centinaia di pubblicazioni: quali sono autorevoli?
Se vogliamo far scoppiare una rissa prendete una decina di esperti di cinema e mettete sul tavolo 5 riviste con 5 "filosofie culturali" diverse e poi aspettate di vedere che succede.
Il Farinetti, ad esempio, affibbia 3 sole stelle a Moulin Rouge di Luhrmann, per darne 5 ad altri film che altri potrebbero non condividere.
Insomma, sono fonti autorevoli le fonti... autorevoli, chiaro no?

Non esiste la neutralità

La questione rimane in un limbo che consente atti di cancellazione che inducono molti sospetti.
Probabilmente agiscono in assoluta buona fede, ma non è dato di verificare che sia così.
Ci dicono gli esperti informatici che una persona da sola può creare diversi utenti che utilizzano diversi IP, entrare su Wikipedia, guadagnarsi una posizione da amministratore e a quel punto chi lo schioda?
Comincerà sistematicamente ad eliminare ciò che non corrisponde alla sua visione.
E prima accuserà di localismo, poi di promozione, poi di non professionale, ma non ti chiede: "Hai una fonte per dire questo?"
No, cancella e stop.
Socrate direbbe: "Fammi la domanda, o Callicle, se vuoi cercare con me la verità"
Ma forse nelle regole di Wikipedia non c'è scritto.

Cricca, casta, setta o semplicemente uomini?

Alcuni scrivono che Wikipedia è una cricca, altri una casta... a noi è sembrata più una setta, una di quelle cose americane autoreferenziali.
Per carità con tante buone intenzioni, ma una setta.
Sintomatico il fatto che vengano modificati i codici linguistici: ogni parola qualificante dentro Wikipedia assume connotazione diverse che vanno comprese e accettate: appunto come fanno le sette.
E tutto ha inizio proprio da "Enciclopedia Libera" dove enciclopedia nel senso wikipediano e libera nel senso wikipediano...

Ma c'è anche un altra ipotesi.
Che siano semplicemente e soltanto "uomini" che hanno occupato delle posizioni e se le vogliano tenere strette: è il loro passatempo.
E il fatto che Wikipedia lamenti la scarsissima partecipazione femminile... non è un caso! Pare il 15%...
L'enciclopedia libera oggi non offre molto spazio all'altra metà del cielo e finché i signori "utenti" si comportano come i commilitoni a pacche sulle spalle e rutti... è meglio evitarli.

Citiamo? Ma sì!

Share