Stampa

Cristiana Capotondi

Scritto da Giulia Berto

Cristiana CapotondiLa giovane attrice romana Cristiana Capotondi posa per il giornale Max, fotografata da Giovanni Cozzi che ha come scopo quello di denudare l'attrice il più possibile.

Lei in realtà si divertea fare giochi e acrobazie con la palla tra le dune della spiaggia romana, lo scenario del set fotografico. L'attrice, laureta in Scienze delle comunicazioni, è una grande comunicatrice e non si tratttiene dal dire la propria opinione riguardo qualsiasi argomento, anche se, scortata dalla sorella di due anni più grande, Chiara, prudente e riflessiva, riceve sovente sguardi di disapprovazione ad indicarle di non esagerare troppo.
Tuttavia non smette di parlare nemmeno durante il pranzo, in cui dimostra tra l'altro di essere una buona forchetta, ma, se l'appetito non le manca, Cristiana è astemia e racconta: "Una volta mi concessi un bicchierino di grappa sul set, ho sbroccato completamente, ancora se lo ricordano. Invece sono sempre affamata anche se purtroppo non ingrasso. Odio le magre, la sporgenza delle ossa, mi piace la ciccia."
Il suo ragazzo ideale? Francesco Totti, un ragazzo semplice che fa sempre le cose giuste, a suo dire. E come poteva non essere innamorata del calciatore una "della Sud," della curva sud; Cristiana infatti è una tifosa sfegatata della Roma, già a 11 anni assisteva alle partite dalla curva. Però l' attrice non è fidanzata o meglio lo è sempre e mai. Ha trascorso 10 anni con il fidanzato storico Filippo, con cui dice di non essere mai stata completamente se stessa. Adesso da adulta si sente comunque una che all'85 per cento vive con gli slanci e l'ingenuità delle bambine.
Dice anche di non sentirsi attraente e che addirittura quando è con i suoi amici maschi si trasforma in un maschiaccio, tutta colpa della cultura da curva sud!
E così Cristiana non ha nulla della diva, ammette di fare l'attrice come se facesse l'impiegata, timbra il cartellino quando è sul set e quando torna a casa tutto finisce lì. I suoi momenti di tensione li affronta con un pisolino "quando le cose mi preoccupano mi addormento e recupero istantanea". Per sua fortuna non ha avuto a che fare con storiacce o ricatti sessuali "non penso al marcio del mondo dello spettacolo, forse perchè non lo vedo. Non ho nulla contro la raccomandazione se agevola un talento, la cosa che mi spaventa è che molti sono disposti a tutto per la fama."
Proprio per questo non ha vissuto il successo di "Notte prima degli esami" come una svolta: "Rispetto troppo questo mestiere e so che devo crescere molto. Un sacco di volte sono tornata a casa depressa dopo aver visto recitare fenomeni come Anna Magnani o Monica Vitti, firmerei per avere una carriera come la loro".
Tra le sue colleghe odierne stima molto Giovanna Mezzogiorno e Francesca Inaudi, invece come registi Virzì, Paternò e Sorrentino, ma ama prima di tutto i film di Vittorio De Sica e del neorealismo.
Non pensa ad Hollywood: "Sono realista, non me ne frega niente di vincere un oscar con un film americano che non mi rappresenta, se fossi americana mi batterei per avere i ruoli di Scarlett Johansson. Sarebbe fantastico un film sulla vicenda di Erika e Omar, ma noi una storia così non sappiamo filmarla".

Official Website
Cristiana Capotondi